Categorie
Diario di bordo

Cosa vedere al nord di Tenerife: 10 luoghi imperdibili

Si sa, Tenerife è conosciuta principalmente per la parte sud, difatti la più turistica. Le sue spiagge vengono inondate da turisti e, in alcune stagioni è quasi impossibile trovare spiagge vuote.
Io ho avuto la fortuna di vivere questi luoghi nel periodo covid e l’ho amata proprio perché, ovunque, c’era poca gente. Probabilmente in un periodo differente non mi avrebbe suscitato le stesse emozioni.

Puerto de la Cruz

La parte sud è bella ma la parte nord mi ha incantata! Scopriamola insieme!

Alla scoperta del nord di Tenerife

Il nord di Tenerife è un dolce connubio di natura, cultura e relax. La zona nord è il luogo perfetto per immergersi nella cultura del luogo. Per chi è stato già al sud, noterà la differenza: si trova sempre meno gente che parla inglese, ci sono molti più Canari e meno gente di altre nazionalità.
Anche il clima è nettamente differente!!! Se la al sud la caratteristica è il sole perenne e il vento che scuote i pensieri e gli animi, qui al nord una cosa che non vi lascerà (quasi) mai sono le nuvole! 😀 Il clima è più fresco e i paesaggi meno aridi, strano ma vero ma qui piove anche 🙂 La vegetazione è molto fitta, ci sono boschi, montagne, paesini arroccati su strade di montagna e una ricca flora.

Parco Rurale di Anaga

Non potete perdervi tutto questo, e quindi eccovi:

10 luoghi imperdibili al nord di Tenerife!

1. Santa cruz de tenerife

La vivacissima Santa Cruz de Tenerife è la capitale, non solo di Tenerife, ma bensì delle Isole Canarie insieme a Las Palmas di Gran Canaria. Si trova all’estremità nordorientale di Tenerife e vanta uno dei porti più importanti dell’Oceano Atlantico, nonché la città più grande e più popolata, con 221.956 abitanti.
Con i suoi 58 km di costa cittadina, Santa Cruz ospita alcune delle più belle e famose spiagge dell’isola. Tra queste abbiamo: Playa Teresitas, famosissima spiaggia di sabbia dorata, Playa Las Gaviotas, Playa Los Llanos, Playa de Anaga, le 2 spiagge Tabaiba e il Parco Marittimo Cesar Manrique.

Auditorio Santa Cruz de Tenerife
2. Playa de las teresitas

A pochi km da Santa Cruz, presso la località di San Andrés, troviamo la spiaggia di Las Teresitas! Una lunga e larga spiaggia di sabbia dorata importata dal Sarah e circondata da alte palme a far ombra. La spiaggia offre tutti i servizi, c’è la presenza di chioschi e lidi e anche di un’ampia spiaggia libera. La cosa più bella è che è molto frequentata dalla gente del luogo, i chicharreros, difatti è l’unica spiaggia dove sono stata dove ero circondata da solo Canari e zero italiani 😀

Playa de Las Teresitas

Ci si arriva comodamente anche con i mezzi pubblici. Da Santa Cruz tramite il guagua 910 direzione Playa Las Teresitas in mezz’ora ci si arriva.

3. il ponte arcobaleno di san andrés

Rimanendo nella località di San Andrés, proprio accanto alla spiaggia di Las Teresitas, troviamo un ponte arcobaleno! Lo definirei come uno dei luoghi più instagrammabili dell’isola. Si tratta di un ponte di ferro lungo circa 30 metri, che collega Pedro Schwartz Avenue, l’ingresso principale della città, alla spiaggia di Las Teresitas.
La sua realizzazione è dovuta per migliorare l’accesso e la sicurezza alle persone che utilizzano il sentiero per accedere alla spiaggia. Dalla sua installazione, avvenuta nel 2016, è divenuto uno dei luoghi più fotografati dell’isola!

San Andrés – Ponte Arcobaleno

Arrivarci è semplice, sia in auto che in bus. Da Santa Cruz prendere il guagua numero 910 in direzione Playa Las Teresitas, in circa mezz’ora siete arrivati. La fermata a cui scendere è San Andrés. Il ponte è impossibile vederlo, lo troverete sulla strada per la spiaggia.

4. san cristobal de la laguna

Sempre vicino a Santa Cruz troviamo San Cristobal de La Laguna, l’antica capitale dell’isola. Questa antica città, conosciuta come La Laguna, è stata dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’UNESCO nel 1999. Le sue strade sono piene di viuzze, di case colorate, bar e ristorantini ma anche edifici e monumenti storici, le chiese e i conventi risalgono anche al 1500. Rilassatevi e godetevi questa colorata cittadina.

5. Il parco rurale di anaga e il bosco fatato

A pochi km dalla capitale di Tenerife, Santa Cruz de Tenerife, troverai un vero e proprio bosco incantato: il Parco Rurale di Anaga!
Immaginando Tenerife, stentavo a crederci ci fosse un vero e proprio bosco! Ero abituata a vedere il territorio arido del sud e non pensavo che mi sarei ritrovata a camminare tra il verde, in piccoli sentieri tra le montagne, tra le profonde vallate e gole, con il clima umido e, a tratti, freddo, fino ad arrivare alle alte coste frastagliate dalle onde dell’oceano.

Parco Rurale di Anaga

In questo parco è possibile effettuare diverse escursioni, per un totale di 300 km di percorsi. Ci sono sentieri che portano a perdersi in una natura incantevole, con panorami e posti naturali mozzafiato.
I sentieri sono presenti in tutte le difficoltà e di tutti i gusti. Inoltre, ci sono due percorsi che ammettono solo un numero limitato di persone al giorno.

Per saperne di più puoi leggere questo articolo!

6. Puerto de la cruz

Altra importante città di quest’isola è Puerto de la Cruz! Situata sulla costa nord di Tenerife, è nota per le sue spiagge di sabbia vulcanica scura e sabbiosa. Altra caratteristica, è l’aver mantenuto il suo tipico carattere canario nonostante sia una delle mete più turistiche del nord di Tenerife. Non si possono non notare le casette colorate, camminando nelle vie di Puerto de la Cruz. Il cuore della città è senza dubbio la Plaza del Charco de los Camarones, dove possiamo goderci un bel drink osservando l’oceano, perdersi tra i piccoli negozietti di souvenir e boutique e assaporando un’ottima cena canaria in un raffinato ristorantino.

Puerto de la Cruz

Per i surfisti è la meta ideale. Spiaggia di Castillo, per esempio, è una spiaggia rocciosa ed è caratterizzata da onde molto alte. Adatta per il surf.
Da non perdersi  il Lago Martiánez, è un complesso di piscine di acqua salata progettato dall’architetto César Manrique.

7. la orotava

Non lontano da Puerto de la Cruz troviamo la località di Orotava, da molti descritta come la più bella località dell’isola. Situata nell’omonima vallata, ospita numerosi edifici storici ben conservati che l’hanno portata ad avere il riconoscimento come Monumento di interesse storico e artistico nazionale nel 1976. Insomma, un vero e proprio museo a cielo aperto!

Giardini de La Orotava
8. Rambla de castro

Rambla de Castro è un percorso di livello facile, che si snoda tra natura e storia al nord di Tenerife.
Uno dei sentieri più belli da percorrere su quest’isola. 45 ettari di bellezza naturale a picco sull’oceano. Il sentiero è lungo circa 4,5 km (A/R) e ci vogliono circa 3 ore, percorrendolo in tutta tranquillità. La difficoltà di questo trekking è molto facile, non ci sono dislivelli importanti e si cammina su un terreno di pietra che si alterna a quello di terra. Il panorama a cui si assiste è mozzafiato! Si cammina con la brezza marina nell’aria, l’odore di salsedine, il blu che riempie gli occhi e, tra le palme, si possono notare infinite piantagioni di banane (un must qui a Tenerife).

Rambla de Castro

Se alloggiate a Puerto de La Cruz, vi consiglio di fare l’itinerario a piedi partendo dalla fine del percorso, ovvero dall’Hotel Maritim. A fine percorso c’è un ristorantino che si affaccia sulla costa dove potreste fermarvi per poi tornare indietro con il pullman 363, direzione Puerto de La Cruz.

Per saperne di più, puoi leggere questo articolo!

9. icod de los vinos ed el drago milenario

Icod de los Vinos ospita il monumento naturale più famoso di Tenerife: la Dracena Millenaria! Con i suoi 18 metri di altezza e un perimetro di 20 metri viene considerato il simbolo di Tenerife. Questo albero leggendario ha più di 800 anni, anche se le leggende dicono ne abbia addirittura più di 3000. Inutile dirvi che è un Monumento Naturale assolutamente da non perdersi!

El Drago Milenario

Il Drago Millenario lo si può vedere all’interno del Parco. Qui trovate i biglietti.

10. le piscine naturali di garachico

Nel 1700 ci fu l’ultima eruzione del vulcano Trevejo che seppellì il porto di Garachico, dando vita a quelle che oggi sono le piscine naturali di El Caletòn. Situate tra la piscina comunale e il castello di San Miguel, sono una delle attrattive più apprezzate dai residenti e dai turisti. Il bagno è indicato per tutti i bagnanti, solitamente le acque sono tranquille ma bisogna fare attenzione alle mareggiate, che in questa zona sono di solito abbastanza forti. Uno dei luoghi più belli che abbia visto a Tenerife!

Le piscine naturali di Garachico


I 10 comandamenti (più uno) del buon camminatore
  1. Fermarti quando il tuo corpo e la tua mente lo necessitano.
  2. Riprendere fiato dopo una lunga salita.
  3. Seguire il proprio ritmo.
  4. Parlarsi, ascoltarsi, capirsi, accettarsi, amarsi.
  5. Accettare le difficoltà e superarle.
  6. Non tutto si ottiene subito.
  7. Sorridere, sempre e comunque.
  8. A volte perdersi ci fa scoprire strade e panorami che ci tolgono il fiato.
  9. Potete mollare.
  10. Decidere con chi camminare è fondamentale.
  11. Vivere di poco è il segreto della felicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *