Categorie
Diario di bordo

Punta de Teno: il punto più occidentale di Tenerife

Esiste un luogo, così maestosamente bello, situato nel punto più occidentale dell’isola dalla perenne primavera. Si tratta di Punta de Teno, uno dei luoghi meno conosciuti di Tenerife e forse è proprio questo a renderlo così speciale.

Una giornata a Punta de Teno

Punta de Teno, il suo faro e le scogliere a far cornice

Punta de Teno si trova nell’estremo nord-ovest di Tenerife, nel comune di Buenavista del Norte, circondata dalle maestose scogliere di Los Gigantes e l’immensità dell’oceano. Sta ad indicare l’estremità dell’isola ed è il luogo con più ore di sole in assoluto!

E’ incredibile pensare che in questo luogo, fino a pochi decenni fa, era impossibile accedervi. Gli abitanti delle zone vicine, dovevano percorrere un sentiero angusto per ben quattro ore per arrivare al paesino più vicino, Buenavista del Norte. Ed è proprio a causa di queste difficoltà, che il Parco rurale ha vissuto in totale isolamento, e ad oggi vanta paesaggi naturali mozzafiato rimasti intatti.

Punta de Teno e le scogliere di Los Gigantes
Il parco rurale di teno

A circondare Punta de Teno troviamo il Parque Rural de Teno, una zona protetta di 8.000 ettari. Una zona assolutamente da preservare, che varia di aspetto, colori e flora ad ogni passo. A Punta de Teno si trova uno dei principali e meglio conservati esempi di euforbie e di cactus dell’isola, la cui spettacolarità risiede nell’abbondanza e nelle dimensioni che raggiungono alcuni esemplari. 
Il Parco Rurale di Teno ospita anche alcune specie in via di estinzione, come le colombe della laurissilva, la lucertola striata, il corvo imperiale, il semprevivo di Masca, l’arbusto Vieraea laevigata e il Lotus mascaensis.

il faro

Ben incastonato tra rocce vulcaniche e scogliere, si erge il maestoso faro che si affaccia imponente sull’oceano Atlantico.
Senza ombra di dubbio, il faro, è l’attrazione principale di Punta de Teno!

La costruzione del faro primitivo di Punta de Teno, progettata da José Sanz Soler, fu approvata nel 1889 ma ci vollero anni per la sua costruzione e la sua entrata in funzione, che non ebbe luogo fino al 7 ottobre 1897.

Faro di Punta de Teno

È una torre cilindrica, 7,62 metri d’altezza, costruita con pietra estratta da una cava sulla vicina isola di La Gomera, che seguiva la tipologia standard prevalente nella progettazione dei fari degli anni ’70 del XX secolo, costruita in cemento armato e dipinta a strisce bianche e rosse.

Come i fari dell’epoca, consisteva in un edificio di un piano in pietra scolpita, con case di piccole dimensioni ma sufficienti per ospitare due guardiani con le rispettive famiglie.

Come accennato, il faro era presidiato da due guardiani su turni di quattro mesi e due in vacanza. I guardiani José Sánchez Acosta e Antonio Hurtado, assegnati a questo faro per molti anni, furono testimoni di come nel 1978 fu costruita un’altra torre di cemento che elevò l’altezza del suo segnale a 20 metri da terra (59,6 dal livello del mare).

Faro Punta de Teno

Al faro, sfortunatamente, è impedito l’accesso da un alto cancello chiuso da un grosso lucchetto. Però è possibile vederlo attraverso quello stesso cancello, o anche da altre prospettive spostandosi nella zona.

le scogliere e le spiagge

Le alte scogliere che fanno da cornice a questo meraviglioso scenario, sono le scogliere di Los Gigantes. Affascinanti formazioni che si gettano vertiginosamente in mare da altezze che raggiungono i 600 metri. Incredibile come questi panorami siano capaci di colpirti al cuore. La natura mi fa questo effetto!

In lontananza potete scorgere anche l’isola de La Gomera, nello sfondo del blu chiaro del cielo e del blu caldo e forte dell’oceano.

Punta de Teno

Inoltre, proprio sotto di voi, potete trovare una piccola baia raggiungibile con pochi scalini. La spiaggetta è interamente composta da pietre e il mare è spettacolare! Mai vista un’acqua così cristallina! Se volete fare un tuffo, vi consiglio di portarvi delle scarpette adatte per le rocce. Camminare scalzi ve lo sconsiglio 😀
Oltre a questa piccola baia, ci sono altre piccole calette nelle vicinanze, dove si può accedere da piccoli sentieri nascosti.

Qui è possibile farsi un giro in canoa o con una piccola barca. Inoltre è il luogo perfetto per fare snorkeling! Le acque cristalline di questo luogo vi lasceranno senza fiato.

P.S. se aguzzate gli occhi è possibile vedere anche le balene!

Come arrivare a Punta de Teno

Arrivare a Punta de Teno è veramente una bella avventura! Io mi ci sono divertita tantissimo!
Partiamo dal presupposto che, proprio per preservare questa natura intatta e incontaminata, il passaggio a Punta de Teno è chiuso al traffico. Il passaggio è aperto al traffico solo prima delle 10 o dopo le 19 mentre invece possono continuare a transitare i mezzi autorizzati, le biciclette e gli autobus oppure a piedi.

Il bus per Punta de Teno si prende a Buenavista del Norte. Quindi si può lasciare la propria auto e prendere l’autobus numero 369 che passa circa ogni ora ed il biglietto costa 1€. Stessa cosa vale per il rientro.

Punta de Teno e le scogliere di Los Gigantes
arrivare a Punta de teno in auto

Io sono partita dal sud di Tenerife, precisamente da Las Americas. Il tempo del viaggio è di circa un’ora, per un totale di meno di 60 km. Si attraversano dei paesaggi meravigliosi, a volte dimenticavo di essere a Tenerife. Niente spiagge ma bensì km di natura e vulcani. Si passa dalla località di Santiago del Teide ed è d’obbligo fermarsi ogni tanto a fotografare questi posti sensazionali. La strada da percorrere è stretta e ci sono un sacco di tornanti, non è per niente facile se non siete abituati a questo tipo di strade e avete un auto che in salita fatica 😀

Santiago del Teide

Da Las Americas prendi TF-1, TF-82 e TF-373 in direzione di C. Granero/TF-423 a El Tanque.
Continua su TF-423. Prendi Cam. Real las Arenas in direzione di TF-42.
Segui TF-42 in direzione di C. el Puente/TF-445 a Buenavista del Norte.
Da qui potete parcheggiare e prendere il gua-gua 369 per Punta de Teno oppure segui TF-445 fino a Carr. Punta de Teno.

a piedi a punta de teno

Da qui troverete il passaggio chiuso, potete parcheggiare l’auto e proseguire a piedi. A piedi sono circa 7 km, la camminata è su asfalto, piacevole e con panorami mozzafiato. Si passa anche attraverso lunghi tunnel bui e vi servirà una torcia per attraversarli (va bene anche quella del cellulare), che esperienza!!! 😀
Ad un certo punto, circa a metà strada, mi è stato dato un passaggio da un signore canario, che si è offerto di riportarmi anche al ritorno. Ci siamo dati appuntamento alla macchina e ognuno ha girato l’estremità dell’isola per fatti propri.

Tramonto a Punta de Teno

Ne ho tanto sentito parlare, vedere il tramonto a Punta de Teno è assolutamente una cosa da fare. Purtroppo per me era troppo tardi, rimanere lì fino a sera, però mi sono ripromessa che se mai ci ritornerò non me lo perderò sicuramente! Quindi se andate a Punta de Teno, mi raccomando a non perdervi uno dei tramonti più belli della vostra vita!

Cosa portare e dove mangiare

Nel mio zaino le cose che non mancavano mai erano: le infradito, il costume da bagno, una giacca, crema solare e il telo da mare! Anche durante i trekking!
Tenerife è stupore, e anche in mezzo alle montagne ritrovi piccole calette dove fare un tuffo e più volte mi sono ritrovata a cambiare le scarpe da trekking con le infradito e gli abiti con il costume da bagno. Quindi, ad ogni parte decidiate di andare, non dimenticate mai di portarvi dietro questi oggetti!

Mangiare a Punta di Teno non è possibile, nel senso che non ci sono ristoranti né nulla dove potersi fermare a mangiare. Quindi, portatevi del cibo a sacco se volete mangiare a Teno. Altrimenti, l’alternativa è fermarvi a mangiare a Buenavista del Norte come ho fatto io, non so resistere alle Papas Canarie 😛

Quel giorno a Punta de Teno

Il meteo a Punta di Teno, se non c’è vento, è di una perfezione unica! Un caldo secco che sembra avvolgerti in un caldo abbraccio, nelle orecchie il rumore del mare, l’odore della salsedine sotto il naso.
Gli occhi volti a guardare un mosaico di colori caldi che mi circondava.
La poca gente, il mio umore imperturbabile e la pace dei sensi hanno caratterizzato quel momento. Lo ricordo come fosse ieri.

Emozioni a Punta de Teno

Sfortunatamente, quel giorno, c’era un vento fortissimo che portava i miei capelli a formare uragani, in tema con le mie emozioni. E tutti quei miei pensieri, che mi vorticavano in testa in quel periodo, li lasciavo svolazzare via come aerei di carta nel vento.
Il rumore delle onde del mare in questo viaggio è stato una costante, e avrei voluto catturare quel rumore per poterlo riascoltare nei momenti di malinconia, come si fa con le conchiglie.
Sei difficile da dimenticare, cara Tenerife, soprattutto per le emozioni regalate.

Ci vediamo alla prossima isola 🙂

Faro e oceano a Punta de Teno
cosa vedere a tenerife?

2 risposte su “Punta de Teno: il punto più occidentale di Tenerife”

Dai tuoi racconti sembri proprio una ragazza tranquilla e piacevole! Grazie di averci portato a Tenerife 🛩

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *