Categorie
Pagine in Valigia

La leggenda delle cascate delle Marmore

La leggenda che narra la nascita delle cascate parla di una storia d’amore che supera i confini dello spazio e del tempo, simboleggiando l’amore eterno.
Il mito, infatti, narra della ninfa Nera, figlia del Dio Appennino, che si innamora del pastore Velino. La dea Giunone, però, era contraria all’unione di un amore tra una semidea e un terrestre, così decide di punire la ninfa portandola sulla vetta del monte Vettore. Qui la fanciulla, venne trasformata nel fiume Nera. Velino, dopo essere venuto a conoscenza delle sorti della sua amata, si gettò dalla rupe di Marmore nella speranza di poter salvare Nera pensando che stesse annegando. Giove, durante il volo per evitargli la morte, lo trasformò in acqua così da ricongiungersi con la sua amata per l’eternità. La Cascata diviene così simbolo di questo ”lancio” eterno e dal bellissimo Balcone degli Innamorati è possibile assaporare ancora l’effetto di questo coraggioso atto d’amore.

La leggenda che narra la nascita delle cascate parla di una storia d’amore che supera i confini dello spazio e del tempo, simboleggiando l’amore eterno.

Il mito, infatti, narra della ninfa Nera, figlia del Dio Appennino, che si innamora del pastore Velino. La dea Giunone, però, era contraria all’unione di un amore tra una semidea e un terrestre, così decide di punire la ninfa portandola sulla vetta del monte Vettore. Qui la fanciulla, venne trasformata nel fiume Nera. Velino, dopo essere venuto a conoscenza delle sorti della sua amata, si gettò dalla rupe di Marmore nella speranza di poter salvare Nera pensando che stesse annegando. Giove, durante il volo per evitargli la morte, lo trasformò in acqua così da ricongiungersi con la sua amata per l’eternità. La Cascata diviene così simbolo di questo ”lancio” eterno e dal bellissimo Balcone degli Innamorati è possibile assaporare ancora l’effetto di questo coraggioso atto d’amore.

Balcone degli Innamorati

Il balcone degli innamorati è un terrazzino scavato all’interno della roccia calcarea dove offre una vista meravigliosa della parte iniziale della cascata, del Velino che si getta a caduta libera nel fiume Nera. Si tratta di un balconcino situato alla fine di un tunnel (tunnel degli innamorati) incastonato nella roccia esattamente all’interno del cuore della cascata, basta allungare un braccio per poterla toccare, causando un incessante “pioggia” naturale che ricade sul balconcino. Per questo è consigliabile indossare un impermeabile, soprattutto nelle stagioni fredde. Io sono stata in piena estate, con una temperatura di 36 gradi e sono entrata sul balconcino senza impermeabile provando un immenso benessere, oltre che stupore!

Non sai come arrivarci? Scoprilo qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *